Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Perché i racconti classici hanno successo

Por qué triunfan los cuentos clásicos

Le fiabe sono come i vecchi castelli: sono pieni di passaggi segreti e tesori nascosti. A volte ciò che non vediamo da loro è più prezioso di quello che possiamo vedere. Hanno difensori e detrattori, ma hanno superato la prova del tempo e continuiamo a dirglielo. Perché sono importanti nella vita dei bambini? Nel suo libro "Psicoanalisi delle fiabe", pubblicazione critica, lo psicologo Bruno Bettelheim offre alcuni indizi:

  • Le fiabe pongono problemi esistenziali . Ostentando un'amnesia incomprensibile (forse non eravamo bambini?), A volte insistiamo nell'affermare che la vita dei bambini è pura felicità. E sì, anche se il bambino è felice, affronta anche complessi problemi esistenziali ogni giorno.

    La maggior parte delle fiabe inizia ponendo un problema esistenziale, ad esempio la terribile separazione della madre e il dover affrontare solo il mondo o l'abbandono dei genitori, come in Hansel e Gretel. Questa è una sensazione che è più simile a quella dei bambini che sono soli a scuola per la prima volta rispetto a quello che mostra un personaggio quando cammina intorno alla scuola salutando gli amici. Le fiabe vanno al cuore, riflettendo attraverso simboli autentici delle paure dell'infanzia
  • Parlano il linguaggio emotivo dei bambini (cioè, il linguaggio emotivo e simbolico, la via diretta verso l'inconscio). Un bambino piccolo che si sente escluso non sarà servito ascolta che tutto cambierà. Tuttavia, "The Ugly Duckling" può offrirti il ​​comfort di cui hai bisogno e una profonda comprensione del significato della differenza. Perché sicuramente quel bambino si sente diverso e lo sta interpretando come una tara. Il linguaggio razionale ha i suoi limiti (anche gli adulti, The Ugly Duckling ci consola più di una statistica di successo quando ci sentiamo fuori posto).
  • Nelle fiabe vengono bene ... e male. Secondo Bettelheim, abbiamo torto a negare l'esistenza di emozioni umane meno desiderabili: la gelosia, l'invidia, l'odio ... . Vogliamo evitare il contatto con storie con bambini in cui il male appare o sorgono difficoltà. Ma tutti, ricordate, abbiamo emozioni che dobbiamo imparare a gestire, anche i più piccoli, quindi schiavi a volte delle loro pulsioni. Negando la loro espressione, rimuoviamo l'opportunità del bambino di essere riflessa. "I bambini sanno che non sono sempre buoni; e spesso quando lo sono, preferirebbero non esserlo. Ciò contraddice ciò che dicono i suoi genitori, e per questo motivo il bambino si considera un mostro ", dice Bettelheim. Ciò che accade nella mente di un bambino deve avere una riflessione e una via di fuga esterna, con spiegazione e lieto fine.
  • Come abbiamo detto, le fiabe esplorano la più complessa esistenza umana. Per fare questo usano strutture fisse che ci danno la sicurezza. Inizialmente ripetuto, un nodo pieno di azione e una fine (felice)

Scoprite la nostra sezione 'Contracuentos' dal Ondacero

00:00 studi