Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

"Dobbiamo imparare a gestire la paura delle emozioni dei bambini possiedono"

“Debemos aprender a gestionar la propia angustia ante las emociones de los hijos”

José Zurita e Macarena Chías dire che" le emozioni sono dimenticati, trascurati, la lingua a distanza condividiamo nelle famiglie e deve essere data loro posto. " Essi cercano di dare l'Istituto Galene, di cui sono regista e aiuto regista.

Cosa disturbi legati alle emozioni vi trovate nel vostro ufficio infanzia?

Le emozioni sono dietro tutti i problemi che portano i bambini allo psicoterapeuta : iperattività, insuccesso scolastico, enuresi ... Devi scoprire cosa c'è sotto quel particolare sintomo. E che di solito troviamo è un senso di abbandono, una rabbia impressionante, molto triste ...

Hanno difficoltà a esprimere emozioni bambini

Macarena: I bambini di solito non parlano di emozioni, perché a casa non ne parliamo Quando arrivano alla consultazione, attirano la loro attenzione sul fatto che, semplicemente, chiedi loro "Cosa c'è che non va in te? Perché sei triste? Perché sei arrabbiato? "Non sono usati.

José: Ciò che manca è la lingua, per parlare delle emozioni in famiglia. Molti genitori non hanno imparato a farlo nella loro famiglia d'origine, non motivati ​​loro di esprimere loro, non hanno proteggerli quando esprime rabbia o paura ... Quello che vogliamo con il libro è quello di mostrare i genitori possono accompagnare i propri figli sulle loro emozioni attraverso giochi specifici , il contatto fisico, un modo di parlare ... e possono esprimersi ciò che sentono, che nulla di male accade al contrario.

Tuttavia, non è raro vedere i bambini con una crisi di collera o di indicare chiaramente quello che vogliono. Sembra che nessuna emozione esprimere è più tipico del passato

Joseph. non è la stessa di vedere i bambini in un battibaleno, o peeling in un parco, l'espressione di emozioni vere. Ciò che è apparentemente un'espressione di rabbia autentica e sana è spesso un tentativo di manipolare il bambino, che mostra false emozioni per farla franca. Gli scoppi d'ira sono efficaci perché i genitori sono così angosciati dalla rabbia del bambino che gli danno quello che vogliono. Quello che dovete sapere è quello che si sente davvero il bambino ad avere quel capriccio

Come si fa a bloccare l'espressione delle emozioni nei bambini

Joseph.? Quando un bambino piange, è molto comune che gli anziani dicono "non piangere", quando la cosa sana è lasciarlo piangere, scaricare quell'emozione. Chiediamo al bambino di smettere di piangere perché non sappiamo cosa fare con quel pianto, e abbiamo paura di come quelle lacrime ci influenzeranno, di come ci rimetteranno in piedi. In effetti, una delle chiavi è che i genitori imparino a gestire la propria angoscia di fronte alle emozioni dei propri figli. Perché tendiamo a fermare l'emozione dei bambini per evitare di dover affrontare le emozioni che generano in noi.

Parli nel tuo libro di sei emozioni fondamentali: gioia, tristezza, amore, paura, rabbia e potere. Normalmente, quando pensi alle emozioni "spaventose" nei bambini, pensa più alla rabbia o alla paura che alla gioia. Anche noi non sappiamo cosa fare con questo?

José: I bambini tendono a esprimere spontaneamente la loro gioia. Ma in certi momenti, i genitori ritengono che questa espressione di felicità dei loro figli sia una mancanza di rispetto per i nostri problemi, la situazione che stiamo vivendo o non più la motivazione che lui o lei è stata censurata nella sua infanzia. In quei casi con una frase, con un gesto, ferma quell'espressione di gioia e insegna ai bambini che non è appropriato mostrarlo. Se questo viene ripetuto una volta, e una volta, e ancora una volta, blocchiamo l'espressione appropriata della gioia del bambino.

Nel tuo libro parli l'importanza di dare bambini "permesso di sentire." Come si è data

José: permesso di sentire non dato verbalmente, quello che i genitori danno di esprimere le nostre emozioni. Ci sono genitori che parlano le loro emozioni, ma non li esprimono. Dicono "Sono arrabbiato", ma non mostrano la loro rabbia. Quando il bambino piange spontaneamente dalle emozioni, si riceve il permesso di sentire se i genitori si accompagnano in quella emozione di tristezza, se si proteggono, se vi abbraccio, se si rendono facile per continuare a piangere e non tagliato. Se vi viene detto di non piangere, o distrarre l'attenzione ( "guarda, guarda, quella macchina va in giro"), hanno tagliato l'emozione, e che una volta e ancora, e ancora, e ancora negato il permesso a sentire

e come possiamo accompagnare i bambini nelle loro emozioni

Joseph.? con tanto amore, sperando che l'emozione del bambino è buono e sano. Le emozioni sono più o meno piacevole, ma tutti sono buoni e hanno bisogno di essere sentito ed espresso

Macarena. E 'importante ascoltare il bambino e di essere collegati. Dire "Stai piangendo. Sono qui, che cosa avete bisogno, quello che è successo, perché sei triste ...". Il bambino ha bisogno di un accompagnamento non invasivo, si sentono sicuri, sentono che può piangere abbracciando la sua mamma o papà e si sentono amati, perché la loro mamma o papà sono lì per sostenere voi. Il contatto fisico è molto importante per lasciare che il bambino sa siete veramente dalla tua parte. A tutti noi piace sentire una mano sulla schiena, un gesto fisico di sostegno, riteniamo che il contatto.

"EmocionArte.El l'arte di accompagnare il bambino in sue emozioni" , Chías Macarena e Jose Zurita, è pubblicato da Desclée Brouwer raccolta Amae .