Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Suggerimenti per goderti l'attuale famiglia

futuro hoy

John Lenon ha già detto: "La vita è ciò che ti succede mentre insisti a fare altri piani" ...

"È giovedì, quindi oggi sta stirando. Non c'è molto, ma è il momento giusto per farlo, e così la prossima settimana non è più necessaria. Devo chiedere un appuntamento con il pediatra, visto che il mio bambino ha poco muco, avanzo un po 'la revisione e glielo chiedo (il dottore, non il bambino che non ha intenzione di dirmi nulla). E non dimentico sterilizzare tutto nel bambino, che a questo punto diverse saghe di germi dovrebbero cercare di prendere il potere, come se il suo ciuccio fuori Game of Thrones ".

A Questo succede a qualcuno? Qualcuno passa la giornata a proiettare quello che stanno per fare? O meglio, qualcuno non gli capita?

Gran parte del tempo investiamo nell'organizzare il nostro tempo. Viviamo con gli occhi sul futuro, l'immediato e il lontano. Pensiamo di rimorchiare la nostra bambina di notte, in modo che non si raffreddi all'alba, e anche di farla sentire in un ambiente sicuro in modo che sia un'adulta felice. Mettiamo una bella luce mobile proiettata sul soffitto, in modo che il nostro bambino si addormenti e, allo stesso tempo, speriamo che le idee di creatività germinano nel suo cervello. E così, tutto il giorno ...

Quando imparammo a vivere così in fretta?

Lo credo sempre. Da ragazze (e da bambini a loro) siamo educati a prepararci per tutto ciò che viene. Tutto deve finire. Tutto è per qualcosa che viene consumato in seguito. Ci insegnano a vivere pronti per il giorno dopo domani, e in attesa di una destinazione, che quando arriva o lo scopriamo, perché stiamo già guardando oltre.

Ho passato metà della mia adolescenza a decidere cosa avrei voluto studiare (l'altra metà pensava ai ragazzi). Un giorno volevo diventare neurologo psichiatra, l'altro archeologo e il prossimo gogó (pensavo addirittura a combinare le tre cose). Sono andato a discorsi informativi, alle aule studentesche e alle università. Ho parlato con familiari e colleghi, ho fatto test di abilità di lavoro ... E alla fine - dopo diversi anni di preparazione - ho deciso: avrei studiato Politiche.

All'epoca, avevo solo un inconveniente: a causa di una suspense che stavo trascinando dall'anno precedente, dovevo fare la selettività a settembre. Riempii convenientemente le mie preferenze universitarie inserendo opzioni a cui non pensavo nemmeno (non ci pensavo, naturalmente) mettendo "Politiche" come prima opzione. Giorni dopo arrivò a casa mia una lettera che diceva che ero stato ammesso in Filosofia, la carriera che avevo posto all'undicesimo posto. Non sapevo come reagire. Ebbene sì, ho studiato prima e bocciato tutto, ma stavo andando così bene e mi ha dato così pigri per cambiare la mia carriera che stava prendendo un gusto, e ho finito con il mio anno e più volte con una borsa di studio di specializzazione internazionale.

Ho una certezza assoluto su tutto questo: il tempo e la preoccupazione che ho investito nel decidere il futuro non hanno funzionato affatto, ed è stata la capacità di improvvisazione che mi ha dato una vita piena e grande adattabilità e sopravvivenza.

È vero, sprechiamo molto tempo a preparare cose che non sappiamo nemmeno se succederanno o come saranno. E più da quando siamo madri, tutto richiede una pianificazione extra. Pensiamo a breve termine e nel futuro più lontano. E tutto in una volta mentre fai cose di cui non siamo nemmeno a conoscenza.

Ogni piccolo gesto che facciamo ha un piede nel seguente. Lo sguardo oltre.

Non viviamo, proiettiamo ...

E i bambini, che?

Dalla nascita indottriamo i nostri bambini in una sorta di tensione costante verso il futuro. Se avessero la capacità di esprimere e analizzare le loro vite, i bambini direbbero qualcosa del genere: "La mamma mi ha intrattenuto per ritardare la presa e quindi mi ha dato la calma tutta la mattina. Papà ha indossato più vestiti di quanto mi servisse e ho sudato fino al pediatra. Il pediatra è un essere maligno che mi ha dato un vaccino e mi ha fatto piangere. Poi mi hanno cullato per dormire in modo da poter organizzare la giornata. Ho resistito a quello che potevo, ma niente ... Sono debole ... Con quello che volevo la baldoria! ".

Non solo nel giorno in giorno i nostri bambini potrebbero percepire che concentriamo le loro vite verso i prossimi istanti. Progettiamo anche tutto con loro verso il futuro più lontano e il più lontano.

Stiamo organizzando sempre il loro sviluppo, organizzando la loro infanzia e persino come sarà da adulto. Spendiamo molte energie cercando di cambiare i comportamenti che non si sono ancora sviluppati.

Chi non ha alcuna presente queste cose l'educazione dei loro figli?

  • Se si dorme di notte tiro alla cattura ritmo e sviluppare pienamente (e più).
  • Se mangiare da solo avrà l'autonomia ( in caso contrario, non sarà in grado di decidere di non quale mano a scrivere, naturalmente).
  • Se io insegno scelta sarà un disastro (e domani avrà la sua casa disordinata che tragedia greca così enorme!).
  • Se si bagno quotidiano allo stesso tempo incorpora le routine e hanno una vita ordinata (nonostante il mio crescente mal di schiena).
  • Se si disegna e plastilina modellata (lasciando la casa come un letamaio multicolore) comodamente sviluppare la vostra immaginazione.

Viviamo così, perché?

Facciamo vivere i bambini così, perché?

Immagino perché ci spingono a farlo. Una società competitiva, stressante e piena di standard, ci impedisce di mettere in discussione qualsiasi cosa. Abbastanza devono preparare quello che ci troviamo di

Conclusione

In questo caso ipotetico ho detto prima, se i nostri bambini hanno avuto occasione di scrivere lasciarci una lettera come questa:

"Mamma, io vivo in il presente, ed è qui che devo vivere affinché le cose vadano bene. "

" Voler essere la migliore madre del mondo non ti rende la migliore madre del mondo. Ho solo bisogno che tu sia mia madre, (l'unica che ho!) Che condividiamo tempo e amore. E il futuro (domani, in un mese l'anno prossimo, quando vado al balletto o al judo, o quando entro nell'università ...) arriverò "...

" Non ho fretta A volte sembra che tu lo faccia, che vuoi consumare la nostra vita insieme, come se fossi un drogato di tempo. E mi dispiace che ci stiamo perdendo tanti momenti belli: dieci minuti che spruzzano nella vasca da bagno, un giorno che la casa non riscossi soggiorni, improvvisando un pisolino insieme sul divano, facendo scoreggiare mentre si mangia purea (che forse non lo trovo divertente perché ti farò perdere ... Queste sono le cose che mi faranno diventare un adulto felice, ne sono sicuro. "