Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

In questo modo li aiuterai ad aiutare a casa

ayudar en casa 1

Arriviamo a casa e la prima cosa che troviamo sono le scarpe piene di fango nella hall, l'impermeabile che giace sul divano del soggiorno e il piatto dello spuntino semilavorato sul tavolo. Sei così occupato con i compiti che non hai avuto il tempo di riporre le scarpe, appendere il cappotto e portare il tuo piatto in cucina? Beh no, lo abbiamo trovato seduto di fronte al televisore.

Viviamo tutti qui e tutti noi aiutiamo

Serve come qualcosa da tenere una lezione ai nostri figli per la loro pigrizia? Come farle vedere una volta per tutte che possono anche, e dovrebbero, dare una mano a casa? È evidente che non possiamo diventare la loro ombra e raccogliere la scia di oggetti che lasciano indietro. Anche con l'aiuto a casa, è utile che i bambini si abituino ad assumersi piccole responsabilità domestiche. Né vale la pena attendi fino a quando sono più grandi e renditi conto di quanto sia spiacevole essere sempre consapevoli delle cose che gli altri lasciano lì. E non sei una madre o un padre migliore per non lasciare che prendano una spilla ("Povera gente, con tutto devono studiare! ").

I compiti a casa sono un'occupazione primaria nella vita di un bambino. E non è meno da giocare, avere un tempo libero giornaliero o godersi il piacere di guardare i toporagni di tanto in tanto. Ma è anche importante contribuire, per quanto possibile, a mantenere l'ordine della casa.

Per essere di supporto non si impara in un giorno

Se tutti noi amiamo goderci una casa accogliente, camicia pulita e stirata dopo la doccia, è anche mostrare solidarietà con mamma e papà, o con fratelli più grandi, e aiutare in questi piccoli compiti quotidiani.

A quattro o cinque anni, o anche prima, tutti i bambini amano sentirsi utili. Subito si prestano a mettere le posate sul tavolo, cercando le mollette quando appendono i vestiti o li tengono in ordine quando vengono stirati. Se è vero che finiremmo prima se non fossero nel mezzo, dobbiamo valutare la loro disponibilità, non risparmiare elogi e sprecare tempo e pazienza per insegnare loro a collaborare in modo efficace. Saremmo molto ingiusti se, in quella prima fase, sottovalutassimo il loro granello di sabbia e, alcuni anni dopo, chiedemmo proprio quel piccolo aiuto che non avevamo apprezzato in quel momento.

Una routine può essere stabilita per sette o otto anni di compiti che coinvolgono l'intera famiglia. Verso le sette, sono pronti ad assumersi la responsabilità di mantenere la loro stanza (giocattoli, storie, dipinti ...), prendendosi cura dei loro vestiti e oggetti (ombrello, portafoglio, libri) , ecc.), irrigare le piante, prendere messaggi per telefono, rimuovere e impostare la tabella ... Successivamente, a otto o nove anni, possono fare il loro letto durante i fine settimana (anche se è francese), aiutaci a preparare il cibo (lava l'insalata, schiaccia l'aglio e il prezzemolo, mescola le erbe aromatiche ...), metti i vasi in lavastoviglie o pulisci le tazze della colazione, pulisci la polvere, compra il pane, il giornale o le ciambelle per colazione la domenica; svuotare la lavatrice, piegare gli indumenti asciutti che non necessitano di stiratura, abbinare le calze, ecc.

Qual è il momento più appropriato?

Sarà una funzione delle dinamiche familiari . Se a casa c'è un bambino, ad esempio, i genitori apprezzeranno soprattutto che il più anziano prepara il tavolo per la cena mentre dormono il più piccolo.

In ogni caso, non si tratta di chiedere molto lavoro (sono ancora bambini) , ma per assegnare professioni compatibili con le loro capacità, il loro tempo di studio, gioco e riposo. E dobbiamo essere comprensivi: se sono stanchi o devono preparare un esame, è normale per quel giorno dimenticare i loro obblighi domestici. L'importante non è che facciano molte cose, ma che assumano la responsabilità di prendersi cura di alcuni e affrontarli con piacere. Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è riconoscere il loro impegno (con parole, mimi) e far loro sentire che il loro contributo, per quanto piccolo, contribuisca al benessere dell'intera famiglia.

"I miei amici non fanno niente a casa, e io ..." Questo argomento non funziona per noi: "Non sanno come vestire l'insalata come te, perché è fantastico per te". Collaborare a casa significa imparare a risolvere i problemi quotidiani (in quale numero di tostapane fuori delizioso pane tostato, quanti minuti hai bisogno di un uovo sodo, come il pane è scongelato nel forno a microonde ...) e anche li aiuta a sentirsi indipendenti e fiduciosi nelle proprie capacità.

siamo una squadra, e buona

Prima di tutto, dobbiamo chiarire che, così come siamo una squadra per andare in gita o fare uno spuntino nella gelateria del quartiere, dobbiamo anche tenerla pulita e accogliente. Forse i tuoi amici non si divertono così tanto a condividere quei momenti con i loro genitori.

E cosa fare quando sorgono le tipiche battaglie tra fratelli ("L'ho fatto ieri, oggi è il tuo turno"; ieri, per te da scoprire! ";" Mentire, perché io ... ") Carmen, madre di due bambini di otto e dieci anni, stufa di liti, ha inventato un trucco molto efficace. che, di comune accordo, dare un punteggio alle possibili attività settimanali (impostare la tabella: 5 punti, rimuoverlo: 7, ecc.) Quindi, potrebbero scambiarli equamente e la controversia è stata risolta controllando quale dei due aveva meno punti in Il tuo credito.

Dovremmo pagarli per la loro collaborazione?

È bello mostrare la nostra ammirazione per il loro aiuto con qualche commento casuale, in privato e, soprattutto, in pubblico, ma a volte è difficile far capire loro che dovrebbero assumersi la responsabilità di qualcosa che fino ad allora avevamo fatto, e la fretta ci porta a pr fare un regalo o una ricompensa. Il messaggio che avrebbero ricevuto non è raccomandato. Nostro figlio avrebbe avuto poco tempo per chiedere un pagamento in cambio del suo aiuto, e quell'atteggiamento gli avrebbe impedito di comprendere che il suo sforzo rientra nelle sue responsabilità come membro della famiglia. La ricompensa per la sua dedizione deve essere sempre la soddisfazione sul lavoro ben fatto, anche se questo non significa che dopo una settimana di lavoro di squadra andiamo tutti a festeggiare nel tuo ristorante preferito. È un premio, sì, ma per tutta la squadra, mai per lui solo.