Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Quindi fare il giro del mondo in famiglia

Vuelta al mundo

Un giorno, Angelo e Diana ha deciso che era il momento di iniziare a realizzare i vostri sogni, e senza pensarci due volte i bagagli e si precipitò con il loro due figli, Ishi e Noa, per girare il mondo . Un emozionante avventura di 19 mesi per coprire 25 paesi, che soggiornano nelle case delle famiglie locali e integrato nelle culture che stavano visitando.

Inoltre, la famiglia ha colto l'occasione di conoscere altre realtà e lasciare la loro parte attraverso un progetto di beneficenza in cui l'educazione è l'asse principale. Tutte le sue avventure si riflettono nel blog Around the World in Family, che ti consigliamo di visitare. In Parenting abbiamo parlato con loro di dirci alcune delle sue avventure e risvegliare la voglia di viaggiare per il mondo. Vieni?

Raccontaci come ti è venuta questa "follia" andare in giro per il mondo con tutta la famiglia.

Sia Angelo e ho una grande ampiezza in relazione con il mondo e la miriade di culture che loro sono parte In realtà, ci siamo incontrati in Kasulu, una piccola città in Tanzania, lavorando su un progetto con Medici Senza Frontiere (MSF). Avevamo raccolto da quando ci siamo incontrati a collaborare lavoro lavoro all'estero in Spagna, anche dopo la nascita del nostro primo figlio Ishi. La famiglia e gli amici ci hanno detto, "ora sentirai la tua testa". Ma abbiamo dimostrato più volte che la testa era già seduto e le famiglie con bambini possono rimanere aperta al mondo, avendo chiaro quali sono le loro radici e tenendo conto che da loro deriva la forza.

D'altra mano si follia magari dopo una di quelle cene in cui si condividono i sogni e le idee che possono essere assurdo perché rasentano l'impossibile. Una serata in un ristorante italiano che condivide una pizza mano nella mano. Una bottiglia di buon vino ci ha accompagnato alla luce di una candela. E già arrivando ai dolci, Angelo mi ha chiesto che cosa avrei fatto se avessi saputo che avevo lasciato un anno di vita ...

e senza pensarci due volte gli ha detto di girare intorno alla famiglia mondo ...

e continuiamo la sera immaginando come potrebbe essere quella di realizzare quel sogno ...

il giorno dopo la verità è che io mi ero dimenticato ... essendo presente solo il buon gusto di una condivisione di notte momenti ... ma non sapevo è che Angelo era davvero stata quella di continuare a tessere con amore quel sogno.

Desierto

che cosa è il meglio che hanno preso i vostri figli da questa esperienza?

abbiamo pensato che fosse una vita un'esperienza emozionante con i suoi alti e bassi, con il loro apprendimento, le loro esperienze, con la crescita familiare che crea legami forti e li aiuta a crescere, conoscere altre culture ...

vorremmo vedere i nostri figli attraverso un buco qui circa 10 anni, che quando da adulti può esprimere tutto ciò che rep Vi presento questo bellissimo ritorno al mondo come famiglia. Al momento, come genitori ci accontentiamo di haberles accompagnato da mostrare questo meraviglioso mondo in cui viviamo.

Il giro del mondo con i bambini ... per quanto tempo necesitasteis pianificare tutte le "logistica" del viaggio? Quello che non può mancare nel vostro bagaglio?

Da che è venuto l'idea del viaggio fino a quando abbiamo effettivamente chiudere la porta della nostra casa in quel come ha trascorso circa un anno in cui siamo stati che collega i vari contatti con le famiglie , scuole in cui vorremmo tenere conferenze e ONG da visitare. Prepariamo il nostro percorso ipotetica con possibilità di cambiamento, se volevano, il tempo necessario per preparare i nostri figli e ilusionarles in che tuffarsi nel mondo.

Per quanto riguarda gli elementi essenziali sui bagagli sono quelli desiderosi di scoprire, e soprattutto la essere permesso di lasciare aprendo gli occhi come fa un bambino.

Molte persone si chiederanno cosa succede con la scuola in quei mesi ...

Abbiamo deciso di portare a termine "homeschooling" durante il viaggio. Non è stato affatto facile, nonostante il supporto e l'infinità di risorse educative fornite da Internet. Gli orari e le routine erano diversi a seconda dei giorni. In ogni caso, siamo stati molto fortunati: Ishi e Noa è andato a una scuola pubblica, la scuola Matagalls Santa Maria de Palautordera (Barcellona), e da lì abbiamo sostenuto durante i 19 mesi resolviéndonos consultazioni riguardanti l'ordine del giorno di impartire. E facemmo alcune connessioni Skype, specialmente Ishi, il nostro figlio maggiore, a volte desiderava conversare con i suoi soliti amici.

Tuttavia, pensavamo che il meglio degli insegnamenti e il miglior insegnante fosse proprio questo esperienza di vita Lo scambio culturale e l'apertura che il viaggio ti porta non possono darti né il migliore delle scuole.

Ecuador

Durante il tuo viaggio stavi nelle case delle famiglie in ogni paese che Hai visitato usando la rete di Couchsurfing. Oltre al salvataggio, perché raccomandi questa opzione di fronte agli hotel?

CouchSurfing è un sistema per lo scambio di alloggi in case di persone non precedentemente conosciute. Ma è molto più di questo, è un modo per condividere le esperienze di vita e sorprendente scambio culturale, che consente di scoprire un posto nelle mani di una persona locale esperienze vivente non vivrebbe un turista, integrándote assoluto e modo diretto nella loro ambiente locale.

L'esperienza con le famiglie è sempre molto più ricca che in qualsiasi hotel. Sei accolto in una casa per formare, durante quei giorni, parte di quella famiglia. Condividere esperienze di vita crea legami molto forti e il fatto che apri le porte della tua casa ti fa aprire il cuore. Per i bambini è incredibile essere in grado di condividere e giocare con altri bambini e persino trascorrere qualche giorno nella scuola di cui fanno parte. E per noi genitori è un piacere ricevere tutta la famiglia con quel calore particolare di ciascuna delle persone che ci ha permesso di far parte del loro sistema familiare per alcuni giorni.

Di tutti i paesi che hai visitato, quali Sei il più consigliato per viaggiare con i bambini? E chi meno?

Se siamo onesti, in realtà non ci sono paesi migliori o peggiori ... se forse con più bentornati a bambini e altri con più divieti o addirittura possono disturbare il loro essere irrequieto. Tuttavia, pensiamo che ognuno di loro ti dia un modo diverso di guardare, cosa che ti arricchisce. Ciò che è di vitale importanza è che come genitori vengono tenuti a mente. Nel loro tempo, nelle loro aspettative, nel fatto che siano più o meno disposti, nei loro momenti ... Il viaggio è preparato pensando a ciascun membro della famiglia.

Se qualcosa ti insegna ad essere genitori, è nel modo di pazienza e nell'osservare come se viveste quel presente con sicurezza e gioia, questo è ciò che trasmettete a loro. Quando viaggi, devi aprirti ai diversi , lasciare che tutto ti inondasse senza comparazione costante, fluire nel mondo con grandi occhi da bambino. E in questo modo ogni posto può mostrarti qualcosa che potresti non sapere, che forse lo faresti completamente sottosopra, ma quello che è certo è che non ti lascia indifferente. Siate aperti agli odori, ai nuovi sapori, ai paesaggi, alle culture e alle loro persone.

Se i bambini percepiscono con l'esempio che aprirsi, saranno sorpresi mentre si divertono e vi mostreranno qualcosa che non vi siete nemmeno lasciati sentire. Attraverso i tuoi figli puoi scoprire molto di più.

Raccontaci qualche aneddoto sul viaggio

Ci appassioniamo a vedere come ognuno di noi si è adattato ai diversi paesi in relazione al linguaggio del corpo. Ti rendi conto che a volte la comunicazione orale è difficile, ma che finalmente rompiamo le barriere con buona volontà e pazienza per farsi capire. In Giappone, la distanza in cui le persone parlano è maggiore, hanno bisogno di più spazio e quando si esprimono non usano troppo le mani o gesticolano troppo, quindi le interpretazioni sono difficili e talvolta si verificano situazioni molto divertenti. Siamo andati dall'America Latina, dove abbiamo iniziato sia da un linguaggio comune che da una corporalità molto vicina, e siamo volati a Tokyo, dove tutto è stato reso un mondo particolarmente divertente proprio dal diverso in ciascuna delle sue peculiarità culturali.

Nepal

Sicuramente non tutto era un percorso di rose. Diteci qualche difficoltà o complicazione che avete dovuto affrontare durante il viaggio.

Logicamente, in 19 mesi, trascorso un po 'di tutto da un lato è bello godersi la famiglia 24 ore, ma per il resto ci sono numerosi alto e bassa famiglia, indecisione sulla strada, le procedure difficili da ottenere, notizie difficili da digerire, la mancanza di liquidità e l'incapacità di pagare con carta, incapacità di comunicare verbalmente esprimere se stessi in quel linguaggio del corpo per farvi capire, la fatica e la nostalgia, non poderte duchar in alcuni giorni, prova a far vivere i bambini con più famiglie in cui i bambini vivono insieme. A volte era impossibile trovarli ... e, naturalmente, i nostri figli come tutti i bambini del mondo stanno cercando di essere circondati da persone più folli come loro.

Parlaci del progetto Educaction e di come lo hai integrato nel tuo viaggio . Hai visitato le scuole e i progetti con cui collabori? Che attività hai fatto lì? Com'è possibile che i bambini sperimentino questa esperienza?

L'educazione dei nostri figli è stata una delle ragioni per cui è iniziato questo viaggio. Durante il viaggio abbiamo avuto l'opportunità di vivere con comunità svantaggiate, e da lì è nata la possibilità di poter dare una mano con progetti educativi ... e così è nata "Educaction". Al suo ritorno in Spagna, abbiamo cercato di raccogliere fondi per alcuni di questi progetti che abbiamo visitato, ma la verità è che la situazione nel paese quando è arrivato non era il più favorevole per raccogliere fondi per tali progetti ... ma non abbiamo dato il nostro braccio contorto ... In realtà, la situazione in Spagna ci ha fatto emigrare di nuovo, in questo caso in Messico, dove abbiamo vissuto per un anno e mezzo, e qui continuiamo nei nostri sforzi per contribuire con il nostro contributo a quelle comunità svantaggiate.

Per il nostro i bambini, l'esperienza è stata molto arricchente per potrebbe sperimentare realtà di bambini che non aveva mai immaginato, dove in molti casi mancavano elementi di base per svolgere il compito educativo.

e intorno ... i bambini hanno difficoltà a riadattarsi alla vita "normale", con la scuola, le routine ...?

I bambini hanno un'affascinante capacità di adattamento, ma allo stesso tempo hanno bisogno di vedere i loro genitori situati s. Il ritorno a casa e la routine, è uno dei momenti, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, più difficile. E non è tanto il ritorno alla routine, ma la sensazione di non essere nel posto giusto, non di appartenere, pur sapendo con certezza che sono le tue radici, i tuoi amici e i tuoi conoscenti. Scoprirai che la tua anima è cambiata, è stata nutrita da mille esperienze e ha bisogno di un momento per assaporare con la stessa intensità di quei piccoli momenti della vita quotidiana che ti connettono davvero con la vita. Allora, e solo allora, la famiglia riacquista equilibrio.

Cosa diresti a quelle famiglie che sognano di fare qualcosa come quello che hai fatto con il tuo ritorno nel mondo e non hanno appena lanciato?

Che il mondo è nelle mani di coloro che portano a realizzare i loro sogni. Noi stessi siamo quelli che mettono gli ostacoli, senza lasciarci vivere nel presente, proiettandoci in un futuro incerto e rendendo impossibile ogni realtà possibile. Diremmo di imparare a saltare, di essere guidati dai loro cuori, seguendo i loro sogni e li proietta con la stessa energia di tutto ciò che fa davvero vibrare e sentire vivi, altrimenti vivremmo mentre addormentato in attesa di un futuro che Probabilmente non succede perché lo neghiamo a noi stessi. Vorremmo dire loro di lanciarsi, perché le acque del lago che li attende sono piene dei colori con cui hanno costruito i loro sogni .