Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Queste sono le prime 24 ore dopo il parto

¿Cuándo me llevan a la habitación?

Quando mi ha portato alla camera?

Dopo la consegna, e dopo circa due ore di osservazione in sala parto, è usuale che il Mamma Vai nella stanza accompagnato dal tuo bambino (molti ospedali già incoraggiano il contatto pelle a pelle dal minuto zero). Nel caso del cesareo, dovrai rimanere nell'unità di rianimazione (REA) alcune ore prima di andare alla fabbrica e il piccolo sarà trasferito ai neonati o alla stanza durante quel periodo. Il contatto pelle a pelle può essere fatto dal padre. In alcuni ospedali vengono attivati ​​spazi nel REA in modo che la madre possa stare con suo figlio e il suo compagno durante quel periodo di recupero.

La prima recensione

Quando la madre arriva nella stanza, l'infermiera è interessata a sapere come è andata la consegna , le tue esperienze con altri bambini, se sei turbato ... un primo contatto che rassicura e aiuta in quei momenti di nervosismo e confusione.

In questa prima revisione valuta:

  • I segni vitali : tensione, pulsazioni e temperatura.
  • La lochia : quantità (è considerata una perdita eccessiva più di una compressa impregnata all'ora) , il colore (durante le prime 24 ore deve essere sangue) e l'odore (deve essere forte ma non fallo).
  • L' involuzione uterina (come l'utero sta tornando al suo posto dopo il parto). Senti l'utero attraverso l'addome, premi un po 'e controlla la sua altezza. L'utero dovrebbe essere abbassato e il livello dell'ombelico o inferiore
  • Lo stato del episiotomia (se presenti) o eventuali rotture. Indicazioni edema, trasudano, approssimando i bordi della ferita, ecc. Se c'è gonfiore, applicare ghiaccio localmente nel perineo.
  • Nelle ore successive controlla anche il urinare spontanea, dal momento che la vescica piena impedisce le contrazioni uterine. Se non si urina per le prime sei o otto ore, somministrare un catetere.
  • Le donne che hanno più bambini tendono a notare più torti (contrazioni che aiutano l'utero a ritornare al suo posto, più intensi durante l'allattamento.) Se provocano molto dolore, l'operatore sanitario può dare qualche farmaco per alleviare la pelle.

Quando posso iniziare a muovere?

La mamma recente è stanca per lo sforzo fisico, ma è meglio alzarsi del letto il più presto possibile, senza brusio e con l'aiuto, e camminare un po ' per favorire il recupero.

Se non hai avuto un'epidurale, puoi muoverti come desideri, la prima volta accompagnato, da se diventa vertiginoso Con l'epidurale la sensibilità degli arti inferiori è spesso diminuita, quindi è consigliabile attendere da quattro a sei ore dal ritiro del catetere e muoversi sempre accompagnati da infermieri. In caso di taglio cesareo, non dovresti alzarti fino a sei o otto ore e farlo sempre, perché avrai bisogno di aiuto con il catetere della vescica e il contagocce del siero.

Quando posso mangiare?

Dopo una consegna normale, la nuova madre può mangiare e bere quando vuole. Nel caso del cesareo, devi aspettare dodici ore per iniziare la tolleranza. Come in qualsiasi intervento chirurgico, si inizia a bere acqua e, se si sente bene, si introdurranno solidi.

Il bagno dopo la consegna

Durante le prime ore si consiglia di cambiare frequentemente di compress mantenere l'area quanto più asciutta possibile e quindi promuovere la guarigione dell'episiotomia e prevenire l'infezione. La area vaginale non richiede un'igiene speciale, fatta eccezione per la doccia quotidiana. La nuova madre può fare una doccia una volta che si è alzata e ha camminato senza problemi. La prima volta dovresti essere accompagnato dal tuo partner o da un parente.

L'importanza del riposo

Durante la permanenza in ospedale ci sono molti parenti e amici che vengono a conoscere il neonato e si congratulano con i nuovi genitori. Anche se queste espressioni di sostegno e l'affetto sono apprezzati, spesso difficili da tranquilla che la nuova madre ha bisogno in questo momento.

Spesso, quando la madre otterrà il neonato al petto , tutti i parenti osservano attorno a come lei si allatta e, anche se ci sono donne a cui non importa, gli altri lo trovano davvero a disagio. È consigliabile avvisare i familiari di questo: lo capiranno.

Le prime 24 ore dovrebbero essere adattamento tra il bambino ei loro genitori, un periodo di silenzio per stabilire il legame tra loro e non partecipare ad altre persone, che di solito consigliano anche la cura del neonato, riducendo così la fiducia della madre.

La cura del bambino nelle prime ore

Il bambino si sta adattando alla vita extrauterina a poco a poco. Le prime ore di solito sono molto sveglie, ecco perché è un buon momento per iniziare l'allattamento. Dopo 24 ore, di solito sono più addormentati e hanno un momento più difficile aggrapparsi al loro petto.

La loro cura è responsabilità dei genitori. Il personale infermieristico spiegherà come eseguire il cambio del pannolino con acqua e spugna insaponata, poiché ildi solito è molto spesso e difficile da rimuovere. L'ombelico non richiede alcuna igiene speciale, è sufficiente il bagno quotidiano e lasciare che l'aria sopra il pannolino.

In alcune maternità genitori possono fare il bagno il bambino nella stessa stanza, ma questo altro lavoro è fatto da parte del personale infermieristica in presenza dei genitori.

l'allattamento al seno il più presto possibile

Anche se molti bambini iniziano l'allattamento al seno madre nella stessa stanza di consegna è sul terreno dove viene riportata la madre dei benefici di allattamento e la tecnica è spiegata. Se si desidera allattare, infermiere o Matrona guardare in una sola ripresa per garantire che il posizionamento e l'aspirazione del neonato è corretta.

La più grande preoccupazione delle donne è la mancanza di latte e se quelle goccioline giallastre ( colostro ) daranno da mangiare al bambino. Il colostro è il cibo ideale per il neonato, perché contiene le quantità necessarie di nutrienti e difese di cui il bambino ha bisogno. Succhiare il capezzolo aiuta l'utero a contrarsi in quanto l'aumento nel latte in 48 o 72 ore si verifica

consultivo. Raquel Moreno Almendro, infermiera, Maternity Hospital Severo Ochoa , Leganés, Madrid.