Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Questi sono gli ultimi esami e test prima della consegna

Análisis de sangre

Gli ultimi esami del sangue vengono solitamente effettuati nella 33ª o nella 34ª settimana. i livelli di emoglobina e globuli rossi e riserve di ferro, di dichiarare che la madre soffre di anemia o può soffrire dopo il parto sono valutati, ed i livelli di coagulazione del sangue vengono controllati se non v'è il rischio di sanguinamento anomalo durante o dopo la nascita Ripetere l di test OS di epatite B e C, la toxoplasmosi, l'AIDS e le malattie sessualmente trasmissibili, se hanno negativo nel primo trimestre.

monitoraggio fetale

Quando ci si avvicina alla data presunta del parto, il medico esegue periodicamente i monitor. Il cardio-tocografo o il monitor fetale registra il battito del cuore del bambino per mezzo di cinghie che sono legate intorno all'intestino della madre. Il test dura tra 20 e 30 minuti e rileva anche se la donna ha contrazioni e se queste sono solo preparatorie (da Braxton Hicks) o molto intense e / o seguite, il che indicherebbe che la consegna potrebbe essere iniziata.

La società spagnola di ginecologia (SEGO) ritiene che non sia necessario eseguire questo test fino alla 40a settimana, in molte cliniche e ospedali vengono effettuati monitor settimanali dalla 37a settimana. In ogni caso, se il bambino non è nato entrando in settimana 41 , il monitoraggio avverrà ogni 48 ore fino a quando l'ostetrico non deciderà di causare il travaglio, sempre prima della 42a settimana (di solito quando la donna è di 41 settimane più tre giorni).

esame vaginale

in recenti visite, l'ostetrico esegue un esame vaginale per valutare le condizioni della cervice, dovrebbe hanno cominciato a sbiadire o se esiste già la dilatazione e la la consegna potrebbe essere iniziata.

Amnioscopy

È un test poco utilizzato, che di solito si verifica quando la donna è fuori dall'account. Può essere fatto solo se la cervice viene in qualche modo cancellata o se esiste già una dilatazione. L'obiettivo è di controllare il colore del liquido amniotico.

Per fare questo, uno strumento chiamato amnioscope (un tubo con una luce all'interno di uno scudo a forma conica) viene inserito nella vagina. Se il liquido è torbido o verdastro significa che il feto ha espulso il meconio, che potrebbe essere un segno di perdita di benessere fetale, sebbene non sia sempre così. Il test non è a disagio per la madre o danneggiare il feto.

E 'un po' di test utilizzato, che di solito avviene quando la donna è fuori di conti.

essudato

  • Nella 34a settimana o 35 ° è preso campione di mucosa vaginale e rettale incinta, per rilevare la possibile esistenza di Streptococcus agalactiae , un batterio che potrebbero contaminare il bambino alla nascita e causare gravi infezioni.
  • Questo test non è affatto fastidioso o doloroso, comporta il superamento di un tampone sterile di cotone all'ingresso della vagina, perineo e zona anale e inviarlo al laboratorio per eseguire la coltivazione.
  • S Se testato positivo, la madre sarà trattata con antibiotici durante il travaglio per impedirle di infettare il bambino, poiché i batteri potrebbero causare gravi infezioni. Poi il neonato avrà un sorvegliato speciale.

La consultazione con anestesista

Se la donna vuole partorire con epidurale, si può citare il ginecologo con l'anestesista. Questo specialista esamina la vostra storia medica nel caso in cui non v'è una controindicazione per amministrare l'analgesia (malattie cardiache, obesità, problemi alla colonna vertebrale ...) e verificare i livelli di coagulazione del sangue in modo analitico (può vedere i risultati di che invia il ginecologo o ordinare un altro). Forse chiedere un elettrocardiogramma, anche se non tutti lo ritengono necessario. A volte, è l'ostetrico che offre queste informazioni. In entrambi i casi è necessario che la futura mamma firmi un consenso informato per ricevere l'anestesia.

La tensione è importante

In tutte le visite mediche, e soprattutto in passato, molta attenzione alla pressione sanguigna delle donne si presta perché se alta può causare preeclampsia, una malattia di gravidanza che, nei casi più gravi può causare lesioni alla madre e al feto. La donna incinta ha ipertensione se la sua pressione arteriosa è 140 mm massimo e 90 mm minimo. Quando viene rilevato alla fine della gravidanza, solitamente causa un travaglio.

Consigliere: Dr. Victoria Bravo, tocoginecologo presso il servizio di ginecologia dell'ospedale Doce de Octubre di Madrid.