Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Il puerperio, Una storia di amore e di tenebra

charla_puerperio

L'immagine irreale della maternità addolcita e fittizia rende piuttosto difficile lo scontro con la realtà nel postpartum. Nel puerperio, le madri sono più vulnerabili. Ignaro del fatto che questa fragilità precoce è parte della forza interiore di quel particolare saggezza che si sviluppano in seguito.

è un momento di grande cambiamento, un momento in cui hanno bisogno di un maggiore sostegno sociale, le strategie di gestione e la certezza di sapere che tutto andrà bene. Tuttavia, il puerperio è un argomento tabù. Buone ruoli sociali di madre e di adattamento difficile da accettare in questa fase.

conclusioni raggiunte Son Pepa Jiménez Calero, levatrice la pratica per 30 anni e psicologa perinatale fa. Per anni, non solo accompagna e consiglia le madri a portare aiuto dopo il parto, ma dà anche incontri e conferenze sul tema.

Avanti "Il puerperio, Una storia di amore e di tenebra" .

- Quando 26 novembre alle 11 h

- Dove :. biblioteca Picasso, C / Obispo Hurtado, 5. Granada

- ingresso :. gratuito.

pepa_calero

, che è Pepa Jiménez Calero?

Questa madre di tre figli meravigliosi giovane ostetrica e psicologa, è nato a Socuéllamos (Ciudad Real), ma ci vogliono 30 anni che vivono in Almeria, lo stesso tempo necessario per esercitare la professione levatrice in un ospedale della città.

  • Come psicologo, ha fatto parte dell'Associazione dei perinatali psicologi e della Commissione per la parità di genere e del Collegio degli Psicologi della Almeria.
  • insegnato presso la Scuola andalusa di Salute Pubblico di Granada, nel progetto "Umanizzazione delle cure perinatali in Andalusia". Anche presso l'Università di Almería, School of Nursing e della maternità Unità didattica di Almería.
  • ha partecipato come relatore a conferenze, seminari e corsi.
  • ha scritto a proposito del lutto perinatale e condotto incontri e comunicazioni
  • Co-fondatore del gruppo Alcora, sostenendo il dolore perinatale in Almería.
  • E ha ancora tempo per scrivere. Oltre a "La nascita di Clara"
    • Nel 2011 ha vinto il primo premio di maternità Punto y Aparte Fondazione FIV Recoletos, con il racconto dal titolo "Un atto d'amore"
    • Nel 2012 è stato finalista al. concorso internazionale di storie Max Aub.
    • Finalista con il racconto dal titolo "appartamento vuoto", il concorso di primo mondo di eccellenza letteraria MP Letterario Edition Seattle (Stati Uniti).

el parto de clara

la nascita di Clara

Dopo il discorso , l'ostetrica e lo scrittore firmeranno copie del suo primo romanzo su carta "La nascita di Clara".

Parlare dell'esperienza emotiva di una donna durante la gravidanza e, soprattutto, durante il parto. Qui sono conteggiati nel dettaglio tutte le fasi del lavoro, dalla prodromica e dubbi circa la decisione di andare o aspettare di andare in ospedale, anche la fase di sconcertante e intensa di espulsione.

Lo fa attraverso Clara, il narratore e vero protagonista di questa storia. È una donna sulla quarantina, che vuole avere un figlio. Dopo diverse concimazioni in vitro, diventa incinta spontaneamente. Solo un bambino, molto protetto, mantiene un rapporto teso con sua madre, vedova.

Prima dell'arrivo del bambino si sente che è ora di mostrare il loro coraggio e la loro tenacia. Per questo ha scritto un piano di consegna in cui racconta il suo rifiuto di anestesia epidurale. Nonostante l'opposizione da sua madre, gli amici e il marito Lucas.

Il giorno di nascita, le tue convinzioni, le tue idee, il tuo sogno sta scendendo al dolore delle contrazioni e l'ambiente circostante.