Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Placenta: un organo per prevenire le malattie

La placenta: un órgano para prevenir enfermedades

. La borsa dove abbiamo trascorso nove mesi prima di vedere la luce è un grande sconosciuto alla scienza. Quando nasce un bambino, la placenta viene solitamente scartata . Tuttavia, il corpo è stata la prima casa del feto, e, probabilmente, segnare la sua salute per sempre, è sprecato per la ricerca medica.

Gli scienziati sono molto chiaro che non tutti è eredità genetica . I fattori di rischio per le malattie non trasmissibili, come l'ipertensione, si nascondono fin dal concepimento. Anche prima che il padre e la madre non hanno nemmeno pensato di avere figli.

Placenta progetto Humana

Consapevole dei tanti segreti che si perdono nei nostri primi sacchi vitali, gli scienziati del National Institutes of Health degli Stati Uniti (NIH, per il suo acronimo in inglese) ha fatto sì che lo stato stanziato 41,5 milioni di dollari per la umano Progetto Placenta (HPP) . Il finanziamento verrà utilizzato per sviluppare, tra le altre anticipazioni, tecnologia di monitoraggio in tempo reale della placenta e rilevazione del DNA test sangue materno fetale.

Studi della placenta negli animali

il la difficoltà principale è come studiare la placenta in azione . Quando i medici possono averne uno, non funziona più: è un organo separato dal feto . Per questo motivo vengono utilizzati modelli animali. Anche se ogni mammifero è un mondo, informazioni sullo sviluppo placentare degli altri primati è molto prezioso per i ricercatori.

Secondo le osservazioni di Rutherford, in uno studio con i primati, attribuisce il successo o il fallimento riproduttivo dei marmoset femminile all '"impatto dell'ambiente intrauterino" che hanno vissuto quando erano feti. Placente accolto terzine, con un ambiente più restrittivo quella borsa in cui sono stati sviluppati il ​​gemello, erano meno efficiente.

Dove discesa multipla, i più feti placenta condivisi, minore è il peso della prole alla nascita e aumenta i rischi di mortalità perinatale.

fetale

programmazione questo senso, dato che questo mammifero organo effimero trasporti aminoacidi, glucosio, acidi grassi, ossigeno e tutto ciò di cui il feto ha bisogno per sopravvivere durante il periodo di gestazione.

Vari studi stanno terminando l'immagine passiva di questa borsa, testando la sua capacità di adattare per fornire sostanze nutritive al suo piccolo inquilino. "Si ritiene che i cambiamenti nella placenta si verificano per ottimizzare la crescita del feto", dice Ionel Sandovici, Università di Cambridge (UK) in una revisione degli studi.

Il peso del bambino è stato una delle misure più usato per trarre conclusioni sulla vita intrauterina . David Barker, presso l'Università di Southampton (Regno Unito), fu il primo ad osservare il rapporto tra la vita prenatale e malattie future: persone che sono nate sottopeso erano più inclini a sviluppare coronarie malattie.

a metà degli anni '90, il lavoro di Barker ha aperto le porte alla ricerca in programmazione fetale, emettendo un ipotesi che la rivista scientifica British Medical Journal ha battezzato con il nome della scienza. dell'ipotesi Barker

Cinque anni fa la rivista Time ha riconosciuto come "nuova scienza" ed evidenziato in copertina. "come i primi nove mesi di vita modulano il resto della tua vita"

la placenta non è più sterile

questo sviluppo precoce , la placenta svolge un ruolo chiave. Recentemente, il suo microbioma è stato descritto per la prima volta, il che può prevedere come si svilupperà la gravidanza. "La placenta non è sterile come pensavamo", ha detto Kjersti Aagard, ricercatore presso la Baylor School of Medicine (USA).

L'articolo ha raccolto circa 300 tipi di batteri, virus e funghi - molti dei quali non patologici - che popolano il sistema placentare e che sono diversi da quelli della vagina, dell'intestino, della bocca e di altre nicchie batteriche della madre.

i risultati, preliminari, indicano che i bambini potrebbero acquisire gran parte del loro flora batterica della placenta e un cocktail mal preparata in ambiente intrauterino possono contribuire alla prematurità del feto.

"il ambiente fetale induce cambiamenti epigenetici che interesseranno il resto della tua vita ", conferma Eduard Gratacós, direttore del BCNatal, centro maternofetal e medicina neonatale condiviso dalla Clinica dell'Ospedale e Sant Joan de Deu Hospital. "E l'impatto di un ambiente ostile è molto maggiore nelle fasi iniziali."

Il gruppo di Gratacós ha osservato che i bambini nati con un peso inferiore avevano un livello di tensione più elevato all'età di cinque anni rispetto agli altri. Secondo il suo articolo, pubblicato nel 2010, la restrizione della crescita fetale, che colpisce tra il 5% e il 10% dei neonati, è associata ad un aumento della mortalità a causa di problemi cardiovascolari nella vita adulta. "Ciò non significa che questi bambini sono malati, sono più inclini", dice l'esperto. Sono state utilizzate

nanodrugs per placenta

Finora, per svelare i segreti di placenta umana Technical ultrasuoni e imaging per imaging a risonanza magnetica , offrendo ai medici una visione limitata , e spesso troppo poveri per identificare problemi di salute in cui si può davvero intervenire. Ma, se il Progetto Human Placenta avesse successo, sarebbe in grado di monitorare questo organo in tempo reale e potrebbe anche essere un sostituto del controllo fetale.

Alcuni scienziati, come Rutherford, osano pensare alla placenta come a un ambiente Ideale per intervenire a livello medico con nuovi farmaci: "È la zona zero per modellare la salute della prole: se possiamo correggere la placenta, potremmo non aver bisogno di intervenire nel bambino", ipotizza ricercatore sulle possibilità di curare le malattie attraverso di esso.

Questa proposta, che può sembrare audace, fluttua anche tra gli scopi del Progetto Placenta umana. Ogni iniziativa del programma dovrebbe includere, oltre alla partecipazione di uno specialista di biologia della placenta, quella di un ostetrico per garantire che le nuove tecnologie possano essere utilizzate nella pratica clinica. Ma ingegneri, radiologi e nanotecnologi sono invitati a svelare i misteri della placenta e immaginare nuovi interventi su di esso, ma per ora suonare come fantasia.

Dr. Gratacós ha chiare implicazioni terapeutiche apertura per espandere gli studi su questo organo : "Dobbiamo approfittare delle finestre di opportunità che la biologia ci offre per invertire i cambiamenti, ma identifichiamo ancora i problemi troppo tardi". E, al momento, non ci sono terapie "placentali" in vista.

Bloccare e stimolare la placenta con sostanze farmacologiche è lontano, ma nonostante questo, gli scienziati non lo ritengono impossibile. "La tecnologia non esiste ancora, suona come fantascienza," ammette Rutherford, che immagina nanoparticelle d'oro agiscono come dispensatori di farmaci intrauterine durante il primo trimestre di gravidanza, un periodo in cui si forma la placenta.

Altri ricercatori, i candidati di partecipare nella placenta Humana progetto, sono venuti a proporre l'uso di nanoparticelle di passare dal sangue della madre alla placenta e ci funzionare marcatori rilevabili utilizzando uno scanner.

nanotecnologia offre "un percorso potenziale anche in grado di fornire le terapie con il minimo rischio. " Tuttavia, Menezes avverte che "come un condotto per il feto, il placenta è sia un obiettivo terapeutico come una barriera per ottenere la droga ", senza dimenticare i rischi delle nanoparticelle che amministrano durante la gravidanza

Fonte :. Sinc

Se siamo in grado di correggere la placenta, potrebbe non essere necessario intervenire nel bambino