Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

I bambini nati prima fecondati in vitro con la musica

Nacen los primeros bebés fecundados in vitro con música

8 novembre 2013 .- Piccolo Marta e Laura , nato a Barcellona, ​​sono i primi bambini del frutto di un mondo fertilizzazione in vitro stimolata con la musica, un sistema che è riuscito a migliorare i tassi di fecondazione. E sembra che le nostre uova come vibrazioni musicali.

La tecnica, sviluppata da l'Institut Marquès è quello di applicare micro vibrazioni musicali in incubatori embrioni dove rimangono le uova prima di essere fecondato fino al giorno in cui vengono impiantati nell'utero della donna.

Queste vibrazioni "rimuovere il terreno di coltura in cui l'ovocita è, produrre un distribuzione più omogenea delle nutrienti è necessario, eimpediscono prodotti tossici si accumulano", come spiegato dal Dr. Marisa López-Teijón, capo della Riproduzione assistita dell'Istituto Marquès e autore principale dello studio.

musica imita i movimenti naturali del dell'utero

ciò che è stato cercato, e sembra aver raggiunto è imitare i movimenti naturali di musica dell'utero , come in incubatrici convenzionali embrioni rimangono statici nei media di cultura. In questo modo è stato in grado di migliorare il 5% dei tassi di fecondazione , cioè le probabilità che lo sperma feconda l'ovocita. Questo movimento è stato raggiunto in altri gruppi di ricerca con vibrazioni meccaniche.

Embrioni sono dati musica da tre diversi stili musicali: pop, heavy metal e musica classica , sebbene non siano state osservate differenze in i risultati dipendono dallo stile musicale. I pazienti dell'Institut Marquès possono ascoltare la stessa musica che viene utilizzata per favorire la fertilizzazione dal cellulare o dal computer e seguire l'evoluzione del processo. Il sistema ha dato buoni risultati che lo stanno usando con tutti i loro embrioni.

Resta da vedere se i bambini concepiti con questo metodo risponderanno in modo diverso a musica . I genitori delle ragazze sono stati molto contenti quando hanno saputo del metodo, dopo la nascita dei loro piccoli. "Avevamo già commentato quanta musica piacesse a Marta da quando è nata, e Laura smette di suonare per ascoltare meglio quando una canzone le piace", dicono.