Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

L'età delle domande

La edad de las preguntas

"Papà ... dov'è la mamma?" "Lavorando" "E perché?" "Perché noi anziani lavoriamo per avere soldi per comprare cibo e una casa ... sai ". "E perché?" "Bene, perché il paese in cui viviamo è così organizzato. Alcune cose devono comprarli con il denaro " Perché? " Guarda ... mi viene in mente che andremo verso il basso per una passeggiata e vi invitano a un gelato vorresti?".

Situazioni come questa e molti, molti altri di questo stile, sono la vita quotidiana dei papà e delle mamme (e nonni, insegnanti, zii ...) dei bambini di tre anni. E hanno raggiunto l'età delle domande , un tempo in cui i bambini, che sono scienziati in miniatura, ciò che li interessa di più quando acquisiscono determinati " raciocinio ", è proprio capire come funzionano le cose, le persone, il paradiso, gli animali ... insomma tutto ciò che li circonda . Quindi, non si stancano di raccolta di informazioni e domande, anche se sono ripetitivo, li aiutano a poco a poco aumentare la loro conoscenza e sentono che stanno "controllando" il mondo sta diventando sempre più grande nei loro occhi.

Tematica più interessati

  • bambino voi o femmina? Uno dei principali temi delle inquisizioni dei ragazzi di questa età è la scoperta delle differenze anatomiche tra i ragazzi e le ragazze (e l'eventuale differenza in generale tra le persone, come le razze, le stature, il peso ...). E, in linea di principio, non c'è altro, una semplice differenza ("Beh, non ho visto la vulva di Marta, ei suoi capelli sono corti.) Mamma, sei sicuro di non essere un bambino?" ), finisce per essere il primo passo per avvicinarsi al complesso mondo della sessualità ("e perché allora alcune persone hanno il pene e altri no?"), la riproduzione ("Guarda, quella mamma porta un bambino nella sua pancia perché il è molto grande ... da dove verrà il bambino? ") e, dopo tutto, la nozione di vita ... e la morte ( "e dopo la nascita si fa quando si muore?").
  • Cosa sarebbe Newton questo? Rivediamo la nostra fisica note perché, con i bambini di questa età, dobbiamo essere pronti a rispondere Domande come "Perché il cielo è blu?" "Perché posso sentire la nonna dall'altra parte del telefono?" "Come viene la luce alla lampada?" O "Perché l'acqua si bagna?" domande su correre intorno a noi sono ciò che a volte ci ha messo tra l'incudine e il martello perché o non si conosce la risposta, oppure è così complessa che non troviamo il modo per spiegare in modo semplice.
  • e qui sta succedendo? è venuto il momento in cui fingere, silenzi, sorrisi finti e colloqui a "bajini" cessato di essere efficace per prevenire il nostro i bambini imparano su certe situazioni. Pertanto, non è sorprendente che, data l'evidenza (appena discutere con il vostro partner e si trova in un papà cattivo umore) e l'assenza di spiegazioni, i nostri figli mettere le carte sul tavolo e chiedono spudoratamente su tutte queste questioni "scomode "Nessuno vuole dare un nome:" Perché quando il vicino bussa alla porta fai sul serio? " Perché papà ti chiede di dire che non è a casa quando lo zio Luis chiama? " Perché no? Non andiamo mai al parco con quel tuo amico e i loro figli? " Ed è che non solo i silenzi richiamare l'attenzione anche le nostre incongruenze (in modo che tutti parlano il parrucchino zio Jaime ... tranne quando lo zio Jaime anteriore è, non ha molta logica.) Vi invitano a prendere mille domande.
  • Emozioni, che cos'è? È chiaro che ora che sono "più anziani", sono in grado di riconoscere e nominare emozioni e affetti che in precedenza erano passati inosservati ( come rabbia, tristezza, calma ...). Tuttavia, sono ancora perplessi da certe reazioni e porranno molte domande per capire, per esempio, perché se una persona è molto felice, le lacrime vengono a lui, perché il suo insegnante a volte invece di arrabbiarsi dice cose come "meglio ho intenzione di ridere ", o perché quel bambino è diventato così triste nel parco per qualcosa (ai loro occhi), non è così importante.
  • Quando ero un bambino non ha dovuto fare molto. lavarsi i denti, per chiedere le cose favore e grazie, pick up (un po ') giocattoli, lasciare i vestiti sulla sedia, spegnere il televisore quando l'orologio segna le sette o dire buongiorno al portiere quando abbiamo lasciato a casa la mattina Ogni famiglia stabilisce le proprie abitudini e le proprie norme e, quando i bambini crescono, diventano pilastri per la convivenza e facilitano l'armonia familiare e l'autonomia di tutti i suoi membri. Tuttavia, cose che a noi sembrano ovvie (andare a scuola tutti i giorni, fare il bagno dopo un'intensa giornata di giochi o salutare nonno quando chiama a casa al telefono), i nostri figli non sembrano così. Perché ora ho così tanti obblighi, se fino a poco tempo fa non mi veniva richiesto nulla di tutto questo? Sarebbe la domanda che si nasconde dietro molti altri relativi all'igiene, orari, norme familiari e sociali.

Violeta Alcocer è uno psicologo.