Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

NoSeasEstrella, la campagna che ci avverte dei pericoli di social networking

03:21

Alcuni bambini sognano di diventare stelle. Ma, se fossero già e non lo sapessero? La nuova campagna UNICEF si propone di sensibilizzare l'opinione pubblica circa la importanza di ciò che viene pubblicato sui social network con un video incentrato sui minori, ma il cui insegnamento si deve applicare tutti indipendentemente dallo stadio della nostra la vita in cui ci troviamo. Nel centro giovanile El Desván, a Vallecas (Madrid) , una giornata normale per nove bambini e adolescenti, diventa qualcosa di insolito. Lo shock di nove bambini e degli adolescenti che si ritiene essere anonimi dopo aver scoperto che sono esposti per il loro uso dei social network.

#NoSeasEstrella non è solo una campagna, è un necessità di cambiare il modo in cui gestire sociali reti se si desidera mantenere la vita privata in quanto tale, impedendo estranei di conoscere tutto di noi.

nel video sviluppatore, il cui insegnare anziani devono anche imparare , mostra ai bambini di essere sottoposti a una conferenza stampa a sorpresa in cui sono i protagonisti. Prima delle domande dei presunti giornalisti, non lasciano il loro stupore per tutto ciò che sanno su di loro, un pericolo che non sempre consideriamo. Sebbene credano che l'informazione sia stata data dai loro genitori, in realtà tutto deriva dai loro profili sui social network. E su internet diamo più informazioni di quante pensiamo, un pericolo che pochi tengono in considerazione. Pensiamo sempre all'abuso sessuale o alle molestie quando parliamo di pericoli nei social network ma perdiamo la nostra privacy e privacy, è un altro problema.

Attraverso una conferenza stampa immaginario Unicef ​​campagna ha dimostrato di minori #NoSeasEstrella coinvolti nel breve per sapere di più di loro di quanto si pensi, e questo, dicono, sono stati "intimiditi" e "È imbarazzante". Non lo vogliono e non sanno da dove vengono le loro informazioni. Non sono a conoscenza di ciò che comporta una foto su Internet e del pericolo a cui sono esposti ogni volta che rivelano un aspetto della loro vita in un video, un'immagine o un commento.