Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Sai come è utile ascoltare storie di famiglia?

¿Sabes en qué le beneficia escuchar historias familiares?

Dopo anni di studi, lo scienziato americano Marshall Duke arrivò alla conclusione che i bambini che conoscono meglio la loro famiglia (per esempio, come e dove i nonni si erano incontrati) "sentirsi parte di una rete, un'entità intergenerazionale" che dà loro sicurezza, autostima e autocontrollo.

Ora, secondo Duke per trarre beneficio dalle storie familiari il fattore finale "Non è il contenuto della storia, ma il processo attraverso il quale quel contenuto è noto", punti Duke.

L'importante è divertirsi

Raccontare queste storie riflette alcuni processi, per esempio che la famiglia si è seduta, uno di fronte all'altro, in un contesto in cui alcuni parlano e altri ascoltano, di solito in momenti di riunione e piacere in cui certe storie vengono alla luce. Chi passa questa informazione? E quando? Nei loro studi presso l'Emory University hanno scoperto che le storie venivano spesso raccontate da madri o nonne e di solito a cene, feste o vacanze in famiglia, più usuali in famiglie già coese. Queste storie, ripetute una e di nuovo (cioè, anche le circostanze sono ripetute), a sua volta contribuisce allo sviluppo di un forte senso di appartenenza a una rete più ampia . Questi processi hanno dimostrato di avere un impatto sull'autostima dei bambini.

Quindi non è tanto il contenuto, come i momenti condivisi intorno alle storie, che danno al bambino una base di sicurezza. È una tradizione che possiamo stabilire ai piedi del tuo letto, una notte alla settimana: il venerdì ... storie di famiglia! Juan ascolta affascinato la storia di quelli che conosce: nonni, noi ... anche se stesso!

Una storia senza scopi didattici

Ogni volta che i suoi figli non volevano alzarsi per andare a scuola la mattina, Patricia era abituata ad attingere alla storia di suo nonno che dieci anni si era alzato molto presto per andare a lavorare nei campi. Lucas ha raccontato le difficoltà che sua nonna aveva dovuto affrontare durante la guerra quando i bambini non volevano finire il piatto di cibo. Nessuno di questi genitori ha ottenuto cambiamenti nel comportamento dei propri figli, anche se forse hanno colto una piccola mania per i nonni. Le storie di famiglia non dovrebbero essere usate per "insegnare".

Coloro che contribuiscono maggiormente ai nostri figli sono quelli su cui contiamo per il piacere di raccontarli, senza scopi didattici. Ad esempio, la storia di come e dove abbiamo incontrato i loro genitori e nonni, dove abbiamo lavorato o studiato prima della sua nascita , i momenti più felici e anche quelli in cui affrontiamo difficoltà ... le storie e gli aneddoti divertenti, a volte imponenti ma non necessariamente eroici che ci piace ricordare delle nostre vite o delle nostre famiglie ... Quando eravamo piccoli, come loro, o già più alto. Queste sono le storie che ai bambini piacciono e che ci chiedono incessantemente, quelle che li aiutano ad essere inseriti in una famiglia e nelle loro vite.

Consigliere: José Ángel Rodríguez Ribas, dottore e psicoanalista.