Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

Una madre disperata chiede una soluzione al bullismo che soffre suo figlio

Madre acoso escolar

Il bullismo è un problema che sfortunatamente è all'ordine del giorno. Molti genitori chiedono aiuto disperato ai loro figli, poiché non sanno cosa fare (o cos'altro fare) per porre fine al martirio a cui molti studenti sono sottoposti, naturalmente dopo corso, in tutto il mondo.

Molti di questi genitori, disperati, decidono di chiedere aiuto attraverso Internet e, ancora una volta, i social network fanno eco a un nuovo caso di bullismo e una madre che chiede aiuto a suo figlio.

Questa madre, di Molina de Segura, un comune appartenente alla regione di Murcia, racconta disperatamente della tragica situazione che affrontano a casa. L'account h @humanizacionSS , che ha il compito di rivendicare l'assistenza umanitaria pubblica, ha condiviso un video in cui puoi vedere questa donna, davvero colpita, mentre racconta il caso del bullismo che suo figlio ha sofferto per più di un anno e come le autorità non danno una soluzione.Dice che, dopo aver sofferto a scuola, questa orribile situazione è stata trasferita all'istituto e che, a volte, il bambino lo ha informato che "non ce la fa più", speriamo non come sinonimo di voler finire la sua vita ma come l'espressione suprema del bisogno di porre fine a una situazione così orribilmente difficile per lui.

Lei stessa afferma di aver chiesto aiuto al dipartimento di salute mentale del centro educativo in cui studia suo figlio, ma, come lei stessa afferma, "non mi hanno dato alcuna soluzione". Dice che, nonostante abbia insistito per essere visto al pronto soccorso, sono passati diversi giorni e non ha ricevuto alcuna risposta da nessuno.

Infine, vuole chiarire che non intende lamentarsi dei professionisti, ma piuttosto della lentezza degli appuntamenti di salute mentale, quindi chiedono che le liste vengano semplificate. Il messaggio non è diventato solo virale su Twitter, ma ha ricevuto la risposta del Ministro dell'Istruzione della Regione di Murcia:

Il direttore generale di Attenzione alla diversità e qualità educativa, Esperanza, ha anche risposto alla sua richiesta Moreno:

Anche se questo caso è diventato virale e, speriamo, sia riuscito a raggiungere una possibile soluzione per lui, la vera soluzione è porre fine a tutti i casi di abuso scolastico che esistono in Spagna e nel mondo e per questo abbiamo bisogno aumentare la consapevolezza del problema reale, educare all'empatia e segnalare qualsiasi tipo di atteggiamento molesto da parte di adulti o bambini.