Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

80.000 Bambini al di sotto della soglia di povertà in Spagna

80.000 niños más bajo el umbral de la pobreza en España

Madrid, 9 ottobre 2012 .- Dai dati corrispondenti al 2011, resi pubblici da Eurostat , L'UNICEF Spagna stima che circa 2.267.000 bambini vivono in Spagna al di sotto della soglia di povertà .

Sono 80.000 bambini in più rispetto al 2010 , che colloca tasso di povertà infantile nel 27,2% rispetto al 26,2% riportato nella relazione Bambini in Spagna: l'impatto della crisi sui bambini , presentato a maggio dall'UNICEF Spagna.

La nuova figura di Eurostat conferma la tendenza annunciata in questo rapporto, che ha avvertito che l'infanzia è diventata la fascia d'età più colpita Povertà nel nostro paese

I dati delle famiglie spagnole sono allarmanti: ci sono 760.000 famiglie con bambini in cui nessun adulto lavora , 46.000 in più rispetto a un anno fa. Inoltre, c'è un 14,4% di bambini che vivono in famiglie con un indice di povertà elevata , rispetto al 13,7% dell'anno precedente.

Questo aggiornamento statistico è particolarmente rilevante in un momento in cui quello che ha appena iniziato la procedura parlamentare dei Budget statali generali per il 2013 . A questo proposito, il direttore esecutivo dell'UNICEF Spagna, Paloma Escudero, afferma che "ora più che mai dobbiamo prestare attenzione ai più vulnerabili, che sono ingiustamente colpiti dalla crisi. È essenziale che le misure adottate prima di analizzare le loro conseguenze per l'infanzia. "

Le misure di austerità prese negli ultimi anni, insieme a quelle ora previste influenzano direttamente le voci cruciali per l'infanzia in Spagna , come quelli corrispondenti a servizi sociali , istruzione o salute . "Come il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha detto alla recente Assemblea Generale: non poniamo il peso dell'austerità fiscale alle spalle dei poveri. Non dobbiamo farlo nei nostri paesi o al di fuori di loro ", aggiunge Escudero.

Impegno per i bambini nel mondo

Di fronte all'elaborazione parlamentare dei bilanci generali dello Stato, l'UNICEF Spagna sottolinea anche l'importanza di prendere in considerazione la situazione dei bambini al di fuori dei nostri confini, anche in questi tempi difficili.

Il lavoro nello sviluppo è stato fondamentale per ottenere progressi come la diminuzione della mortalità infantile di un terzo (1990-2011). Per continuare a promuovere questo tipo di risultati, è essenziale il costante impegno dei governi per la cooperazione internazionale .

La drastica riduzione pianificata in Spagna per questa sezione, pone questa politica nel suo insieme in una congiuntura critica. "I bambini di tutto il mondo hanno i diritti fondamentali e la Spagna ha svolto un ruolo eccezionale nella sopravvivenza e nello sviluppo dell'infanzia, non possiamo ora abbandonare il lavoro per lo sviluppo umano", afferma il Direttore esecutivo dell'UNICEF Spagna.

Come diversi rapporti hanno dimostrato, anche all'interno del cambiamento di priorità causato dalla crisi, c'è spazio per prendere decisioni strategiche e cercare soluzioni che non generino più disuguaglianze.

L'UNICEF sostiene una ripresa dal volto umano, dove proteggere i più vulnerabili è al centro delle decisioni di bilancio. "In breve, stiamo parlando di qualcosa che va ben oltre l'economia. Si tratta di definire tra tutti noi quale società vogliamo lasciare i nostri figli ", ha detto Paloma Escudero.

Le proposte concrete dell'UNICEF Spagna includono misure come le seguenti:

  • Che gli investimenti siano protetti in aree prioritarie per i bambini, sia in Spagna che nei paesi in via di sviluppo attraverso la cooperazione internazionale.
  • Che l'impatto sui bambini di tutte le misure adottate nel quadro del programma sia analizzato in anticipo. della crisi.
  • è lanciato un piano nazionale contro la povertà infantile.
  • che il Parlamento a dare seguito all'impegno assunto nella proposta non legislativa approvata lo scorso mese di giugno, dando un'attenzione prioritaria alla problemi che riguardano i bambini.

Immagine: Unicef ​​