Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

5 Modi per tornare a scuola con più risorse contro il cyberbullismo

ciberbullying

Secondo un recente rapporto delle ONG Save the Children soffre del cyber-bullismo il 7% degli studenti tra 12 e 17 anni , tramite social network o servizi di instant messaging come Whatsapp.

In questo senso, uno dei Le principali sfide che i genitori devono affrontare sono la mancanza di conoscenza del mondo online. Infatti, secondo uno studio condotto da Intel Security, il 58% dei genitori spagnoli riconosce che i propri figli sanno più di quanto non facciano sui social network e hanno difficoltà a consigliarli sui rischi online a cui sono esposti, una percentuale che sale al 71%. % tra i genitori con bambini di età compresa tra 13 e 16 anni.

Una maggiore formazione digitale degli adulti è essenziale per aiutare bambini e giovani, quindi Intel Security ha preparato per loro cinque consigli con l'obiettivo di affrontare il ritorno a scuola con più risorse per combattere il cyberbullismo .

Educare digitalmente i genitori, migliorare la fiducia tra loro e i loro figli, nonché sensibilizzare e formare gli insegnanti su argomenti relativi a le nuove tecnologie sono solo alcune delle linee guida per aiutare a ridurre i casi di cyberbullismo.

1. La fiducia tra genitori e figli è fondamentale

È essenziale migliorare la comunicazione tra genitori e figli. Costruire un maggiore senso di fiducia tra di loro aumenterà la probabilità che i bambini segnalino qualsiasi attacco informatico che subiscono o testimoniano. Attualmente, solo il 28% dei genitori spagnoli afferma che i loro figli hanno chiesto aiuto a volte in relazione a una situazione complicata che hanno affrontato online, come il cyberbullismo o la sovraesposizione nei social network.

2. Più educazione digitale

Molti genitori non sono consapevoli dei potenziali rischi a cui sono esposti i propri figli quando utilizzano social network, applicazioni di messaggistica, Internet, ecc. Una maggiore supervisione dei genitori sull'attività online dei bambini è fondamentale nella prevenzione dei rischi online e per questo è consigliabile apprendere e installare i meccanismi di controllo dei genitori per limitare il tempo e il contenuto a cui i minori possono accedere.

3. Maggiore sicurezza nelle scuole

Aumentare la consapevolezza e formare gli insegnanti nelle situazioni di cyberbullismo per fungere da canalizzazione e facilitare l'informazione. È essenziale stabilire un protocollo di azione comune a tutti i centri educativi per controllare questo tipo di situazione. L'educazione alla sicurezza online in classe è un elemento essenziale per sradicare questo problema.

4. Lavorare per minimizzare i rischi

Promuovere abitudini di buone pratiche nello spazio virtuale, come limitare il tipo e la quantità di informazioni personali che condiviso sulla rete e il monitoraggio dell'attività digitale dei nostri bambini contribuirà a ridurre le possibilità di subire abusi online.

5. Sapere come proteggere i dati

Utilizzare password complesse, non condividerle con terze parti e bloccare i dispositivi sono anche regole indispensabili per mantenere i dati personali al sicuro da potenziali cyber-bulli.

"È molto importante che la società nel suo insieme sia consapevole dell'importanza di sensibilizzare i giovani sui rischi online che devono affrontare e sui loro possibili conseguenze, in modo che siano in grado di adottare comportamenti responsabili ed esporsi il meno possibile a potenziali pericoli come il cyberbullismo. In questo senso, crediamo che la formazione dei genitori e delle istituzioni educative sia un elemento chiave per migliorare le cifre attuali ", ha sottolineato Francisco Sancho, product partner manager consumer e mobile di Intel Security Spain.


Articoli Interessanti