Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

5 Cose che puoi fare per essere un padre migliore secondo Harvard

niña feliz

L'Università di Harvard è conosciuta in tutto il mondo per l'alta qualità del suo corpo docente e per l'élite che riceve come studenti.Tra i suoi ranghi, ha grandi professionisti che fanno luce su una moltitudine di soggetti grazie ai suoi vari studi. Uno di quelli che ha attirato maggiormente la nostra attenzione è stato il professor Richard Weissbourd che ci ha lasciato i 5 comandamenti per essere un padre migliore.

La società cambia e, quindi, anche l'educazione e gli stili di genitorialità. Uno dei maggiori problemi oggi è l'iperprotezione con la quale noi sottomettiamo, senza sapere cosa facciamo, i nostri figli, un altro grosso problema è la mancanza di regole e limiti a casa che creano bambini insicuri che diventano adolescenti dispotici e autoritari. Questo studio mette in luce i 5 comandamenti di Harvard di essere un padre modello, recuperando vecchie abitudini ma adattandole ai nuovi tempi.

5 regole base per essere la tua versione migliore di padre

1. Trascorri più tempo con i tuoi figli

Noi genitori andiamo mille volte all'ora, siamo sopraffatti e stressati e non dedichiamo più tanto tempo ai nostri figli. Ecco perché quando torniamo a casa è più facile rimanere incollati alla TV o ai videogiochi, li amiamo molto ma è così che ci riposiamo. Tuttavia, questo è un grosso errore, il tempo che non dedichi ai tuoi figli non ti riprenderò mai. I bambini che crescono con la sensazione di padri assenti tendono ad avere carenze affettive ed emotive nella loro età adulta.

2. Parla con i tuoi figli. E se lo fai già, parla di più

Non stare nel tipico "Che succede a scuola?" O "Cosa hai mangiato nella sala da pranzo oggi?". Queste domande sono molto chiuse e non consentono il dialogo. Sii interessato a conoscere i tuoi gusti, i tuoi amici, ciò che ami, ciò che odi ... Cerca di conoscere meglio tuo figlio, questo creerà un collegamento comunicativo che si estenderà oltre l'infanzia e li incoraggerà a condividere con te le loro preoccupazioni e problemi man mano che crescono.

3. Insegnagli a risolvere i suoi conflitti e problemi senza dare il risultato

Non si tratta di dargli degli indizi in modo che arrivi al risultato della sottrazione, né di guidarlo a risolvere il suo problema con il suo fratellino. Si tratta di guidarlo a trovare il proprio risultato attraverso domande come "Cosa succede esattamente?", "Come lo risolveresti?", "Se lo fai ... Cosa succederebbe allora?". Lascialo prendere le sue decisioni da solo, non imparerà mai a risolvere i suoi problemi o prendere decisioni.

4. Dare sempre grazie e riconoscere i loro risultati

Le migliori abilità sociali nascono dall'assertività e dalla buona autostima. Per questo la cosa migliore è educare alla gratitudine e al riconoscimento dei risultati e, per questo, dobbiamo iniziare con i più piccoli. Ricordagli ciò che ha fatto bene e sii grato quando fa qualcosa, questo lo aiuterà a fidarsi di più in se stesso e, a sua volta, gli farà imparare il valore della gratitudine e della compassione.

5. Consentire loro di diventare consapevoli dei problemi del mondo

Non salvare loro la brutta bevanda di vedere cosa succede nel mondo: guerre, fame, povertà ... I bambini devono essere consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a noi per esercitare la loro empatia e compassione e anche che sentono per la prima volta che sono necessari e che possono fare cose che migliorano la loro vita: se sono consapevoli dei "problemi" del mondo che possono essere corretti, capiranno che può essere importante cambiarli .