Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

5 Tecniche infallibili per padroneggiare l'arte di studio

estudiar_niños

Alle sei del pomeriggio Lara è nella sua stanza, davanti alle note e studia, dice. Tuttavia, cinque minuti dopo, sua madre la trova in cucina ("Improvvisamente, avevo fame!"). Dopo aver mangiato un panino, Lara prova a tornare ai suoi appunti, ma lei ricorda che ha bisogno di fogli e, guarda dove, si scopre che sono nella stanza di suo fratello ... come quel bel fumettone che le ha dato ieri e che ora sta andando di recuperare (per leggerlo, ma quando hai finito studio dice)

Tra andirivieni, arriva l'ora di cena ... e Lara entrerà sette mali. "Se non avete avuto il tempo di rivedere! ". Alla fine, mangia male e, dopo aver terminato la sua recensione, va a letto più tardi. Il giorno dopo, sua madre deve quasi tirarla fuori dal letto con una gru.

Il test funzionerà bene? Andiamo a scoprirlo! Con la fortuna, lo stesso vale e approva (si spera!), Ma non ci si può aspettare altro. E questo è ciò che è rimasto ... Sicuramente se fosse organizzato meglio, otterrebbe buoni voti.

1. Crea abitudini di studio

E, in effetti, c'è la chiave. Perché, per ottenere risultati brillanti, non è necessario gettare ore e ore davanti a un libro, ma organizzarsi bene e essere coinvolti in ciò che è studiato (e nel modo in cui è studiato). Ciò richiede una certa tecnica e rispetto per una routine quotidiana. Solo in questo modo migliora davvero la concentrazione.

Le abitudini di studio sono uno dei fattori più influenti nella performance accademica. Sono un tema trasversale che ogni insegnante deve integrare nel suo metodo didattico. Ciò significa che gli educatori, oltre a insegnare le materie, devono offrire le precise linee guida di lavoro in modo che gli studenti possano rivedere le lezioni nella loro casa in modo redditizio.

2. Abilita un posto su misura

Naturalmente anche il bambino deve fare la sua parte (vedi, se non!). I genitori possono aiutare fornendo alcuni elementi fisici importanti come:

  • Uno spazio: Preferibilmente sempre uguale. Meglio avere la luce naturale o, in mancanza, una lampadina blu da 60 W. Se possibile sarà una stanza silenziosa. La musica di sottofondo è controproducente (anche quella classica).

    Nel primo contatto con le note è conveniente che il ragazzo sia solo, ma le sessioni di revisione di gruppo e le opere in comune hanno anche utilità perché imparerà a coordinarsi con gli altri .
  • La tabella: Rimarrà un po 'inclinata o avrà un leggio (quindi la vista si muove perpendicolarmente al libro). Sopra non metterà tutto ciò che può distrarre, ma gli elementi necessari per lo studio (fogli, penne, quaderni ...)
  • sedia. acquisirà proporzionale al tavolo e il bambino, in modo da può sostenere i piedi a terra. Deve avere un sedile duro e un buon supporto per la schiena dritta è mantenuta.
Per risultati brillanti, non si saltano per ore davanti a un libro, ma ben organizzati e coinvolti in quello che viene studiato

3. Esegui una pianificazione delle attività

Una buona idea è quella di suggerire di mettere sul muro della tua stanza un'immagine (fatta da lui) in cui puoi scrivere le attività della settimana (scuola e attività extrascolastiche) . Dovrebbe essere chiaro che le sessioni di memorizzazione sono anche attività da includere nella tabella.

In caso di mosche, non è una cattiva idea per i genitori dare un'occhiata a quella pianificazione: non sarebbe logico mettere una sessione di Ho studiato subito dopo aver giocato una estenuante partita di basket con gli amici, e non ho preso un argomento dopo aver passato il pomeriggio a recensire un altro.

Idee di base:

  • Il tempo di studio a casa non dovrebbe superare un'ora.
  • Devi iniziare ogni giorno alla stessa ora e dedicarti sempre allo stesso periodo di tempo.
  • È meglio che, ogni sera, lavora i soggetti che hai visto durante il giorno, anche se il giorno dopo ne hai di diversi. In questo modo ricorderai meglio la spiegazione dell'insegnante, gli aneddoti e gli esempi emersi in classe.
  • Quando alcuni aspetti non ti sono chiari, possiamo dare una mano.
  • Le prestazioni miglioreranno se, in ogni sessione, inizi con le attività di media difficoltà, continua con il più difficile e finisce con quelli semplici.

4. Insegnagli come studiare passo dopo passo

Devi capire che non si tratta solo di cova e nient'altro; Al contrario: più attività visualizzi nei tuoi compiti, meno noioso diventerai. Tale atteggiamento si tradurrà in una maggiore performance e ti costringerà a sviluppare funzioni importanti per il tuo intelletto come analisi, osservazione e capacità di sintetizzare.

Come dovresti iniziare lo studio di ogni lezione?

  • In linea di principio, la lettura attenta del titolo del soggetto (cercando di capire cosa significa). Successivamente, il bambino dovrebbe cercare di ricordare se ha qualche conoscenza precedente sullo stesso contenuto (per essere migliore).
  • Successivamente, leggerà il testo in modo superficiale, ma notando le parole in corsivo e grassetto , le scatole, i disegni, le foto e la grafica, dato che forniscono idee interessanti.
  • Dopo questo lavoro, sarà il momento per di riflettere e considerare quale è il problema a portata di mano e quali aspetti ti sembrano più importanti. Se stai preparando un controllo, devi anche chiederti che tipo di domande potrebbero cadere.
  • Quindi leggi di nuovo la scrittura, ma più attentamente
  • Potresti trovare più facile concentrarti se usi marcatori colorati per sottolineare idee importanti, così come scriverli su un foglio di carta separato (quest'ultimo è essenziale).

    Devi indicare l'idea principale, le definizioni (se presenti) ), le cause, le classificazioni e anche tutto secondario (il riempimento, vieni). È consigliabile che annoti ciò che non capisci. Non dimenticherà di chiedere l'insegnante oi suoi genitori.
  • Per finire, dà un ottimo risultato per riassumere l'argomento per iscritto o recitare ad alta voce. Devi usare frasi brevi e precise e sempre le tue parole. A questo punto, il soggetto sarà quasi appreso e probabilmente sarà sufficiente terminare la memorizzazione di alcuni aspetti che possono resistere un po '.

5. Regolare il ritmo alla tua età

I bambini di otto anni (età in cui di solito iniziano a mandare i compiti a casa) non hanno la capacità di svolgere tanti compiti quanti sono i dieci.

Il pensiero del primo (intuitivo, egocentrico, con difficoltà a generalizzare ...) non ha molto a che fare con la maturità intellettuale che i secondi mostrano (sanno come analizzare e organizzare se stessi).

Tuttavia, a qualsiasi età, l'obiettivo deve essere sempre lo stesso : abituarsi allo studio, aiutarli nell'uso e nella pianificazione del loro tempo e migliorare le prestazioni scolastiche.