Tutto Ciò Che Serve Per La Gravidanza

10 (Importanti) verità sull'allergia ai pollini

alergia_polen

1. Perché si verifica l'allergia ai pollini?

febbre da fieno o allergia ai pollini si manifesta come rinite, congiuntivite ed asma, "a causa della reazione eccessiva del rivestimento delle vie aeree per contatto o inalazione di pollini "Dice il dott. Javier Torres, coordinatore del gruppo di lavoro sulle allergie respiratorie della Società spagnola di immunologia clinica, allergia e asma pediatrico.

2. Quali sono i sintomi più frequenti?

I sintomi più frequenti dell'allergia ai pollini sono: nasale, oculare, faringeo e al palato; ma anche: lacrimazione, starnuti, secrezione nasale e ostruzione, tosse o ostruzione bronchiale.

3. Quale trattamento è appropriato?

Il trattamento può essere sintomatico con antistaminici o broncodilatatori inalatori o antinfiammatori in caso di infiammazione della mucosa nasale o bronchiale. "Ecco perché è conveniente usare i corticosteroidi in modo preventivo dall'inizio della primavera fino alla fine", sottolinea la dott.ssa Torres.

4. È consigliabile farsi vaccinare?

Questi farmaci trattano solo i sintomi, "quindi devono essere combinati con immunoterapia specifica con vaccini contenenti proteine ​​di polline e la cui funzione è quella di immunizzare il bambino in modo che abbiano bisogno di meno farmaci. È l'unica cosa che guarisce "aggiunge.

Per ottenere i migliori risultati, e che ha fatto personalizzati per ogni singolo caso," è essenziale che i bambini con i sintomi della febbre da fieno sono trattati da allergologi pediatri ", aggiunge .

5. È il riscaldamento globale colpisce i casi di allergie?

Il riscaldamento della superficie terrestre "è responsabile per la maggiore densità di specie vegetali in alcune aree, la quantità di polline prodotto da ogni e l'allungamento della stagione di impollinazione ", afferma la dott.ssa Torres.

6. Quali altri aspetti del cambiamento climatico colpiscono le allergie?

Una ricerca australiana pubblicata recentemente in Current Opinion in Allergologia e Immunologia Clinica conferma che l'aumento della temperatura, precipitazioni e condizioni meteorologiche più estreme consentono stagioni di impollinazione più lunghe , il che si traduce in una maggiore esposizione di questi allergeni. Così, il cambiamento climatico ha aumentato i casi di allergia ai pollini nei bambini sempre più piccoli, secondo la Società Spagnola di Immunologia Clinica, Allergia e Asma Pediatrico (SEICAP). L'aumento delle temperature medie, allungando i tempi di impollinazione e si intensifica, e il cambiamento di stili di vita hanno portato ad un aumento della predisposizione alle allergie età sempre più giovani.

Il ruolo della i vaccini devono immunizzare il bambino in modo che, in tal modo, abbia bisogno di meno farmaci. È l'unica cosa che cura

7. Quali sono gli effetti dell'inquinamento sui soggetti allergici?

Un altro fattore da prendere in considerazione è la contaminazione da combustione diesel, che peggiora i sintomi dei bambini con rinite allergica o asma. "Moltiplica l'irritazione delle vie aeree e favorisce la sua infiammazione, migliora l'azione allergenica dei pollini e facilita l'accumulo di muco", dice.

8. Fa l'allergia ai pollini è sempre più colpisce i bambini più piccoli?

Sì, un bambino su cinque tra i 13 ei 14 anni in tutto il mondo hanno un'allergia al polline, secondo la studio internazionale su asma e allergie in Infanzia (ISAAC). "Tuttavia, ci sono sempre più casi di test positivi con solo tre anni", sottolinea.

9. Perché i mesi peggiori sono quelli primaverili?

Secondo uno studio spagnolo pubblicato a marzo sulla rivista Monitoraggio ambientale e valutazione , le più alte concentrazioni di polline sono registrate tra febbraio e giugno , rendendole i mesi più critici per le persone allergiche. Durante la primavera, impollinano la maggior parte delle piante che producono allergia. "In effetti, è in questo momento che aumentano le visite al pronto soccorso per bambini a causa di una crisi d'asma", sottolinea il dott. Javier Torres, coordinatore del Gruppo di lavoro sulle allergie respiratorie del SEICAP. Tuttavia, "a causa dei cambiamenti climatici molti avanzano o addirittura lo estendono durante l'estate", dice.

10. Lo stile di vita occidentale influenza anche?

L'urbanizzazione, gli alti livelli di emissioni dei veicoli e lo stile di vita occidentalizzato sono legati a una maggiore frequenza di allergia respiratoria, specialmente nelle persone che vivono nelle aree urbane. "Esistono numerose cause multifattoriali, come i cambiamenti climatici, i nuovi stili di vita, l'eccessiva igiene, che causano non solo un aumento delle allergie infantili ai pollini, ma in generale. In effetti, è significativo l'aumento di quelli causati dal cibo, o dalla rinite e dall'asma ", avverte la dottoressa Torres. Secondo il SEICAP, rinite allergica colpisce un bambino su tre, mentre l'asma soffre uno su dieci

Fonte :. Gruppo di lavoro delle vie respiratorie Allergy di SEICAP in occasione del Settimana mondiale delle allergie

Livelli di inquinamento, igiene eccessiva e, in generale, stile di vita occidentale sollevano casi di allergia